Testimonianze scritte

Caro dottore Le scrivo...

Caro dottore Le scrivo qualche breve riflessione sull’impianto di protesi peniena mini-invasiva che lei ha installato su di me. Bene son riflessioni che lei già conosce ma che possono essere eventualmente estese ad altri potenziali pazienti.

“Sono un uomo di 56 anni che soffriva da tempo di disfunzione erettile. Le cause principalmente psicologiche. La mia vita sessuale ed affettiva ne era molto compromessa specialmente dopo che il Cialis e il Levitra hanno smesso di aiutarmi efficacemente. Ci tengo comunque a sottolineare che questi due farmaci mi hanno dato un grosso aiuto ed in particolare il primo è stato particolarmente efficace, anche se per un breve periodo di tempo: un annetto.

Ma la mia vita dipendeva sempre dalle “pillole” e dagli orari in cui le prendevo. E ciò non è certamente favorevole ad una vita di coppia fluida e serena. Pertanto io e la mia partner non ne risultavamo certo entusiasti, tanto da preferire spesso di farne a meno proprio per consentirci un rapporto più sereno anche perché con il tempo i succitati farmaci cominciavano ad essere inefficaci. Di qui la decisione di prevedere l’impianto di una protesi.

Aver conosciuto il Prof. Antonini e la sua tecnica di intervento mini-invasiva, grazie ad internet ed alla segnalazione di alcuni amici, è stata la soluzione definitiva e risolutiva. Dopo un intervento che richiede un po’ di pazienza per la convalescenza (per me sono stati circa trenta giorni). Passati altri venti di attesa la vita sessuale ricomincia alla ‘grande’. Si compie un gran salto in avanti: e ciò che tu avvertivi come faticoso d’un tratto diviene facile e soddisfacente.

La mia esperienza mi spinge a consigliare a tutti quelli che soffrono di questo problema di fare come ho fatto io e di affidarsi alle cure del prof. Antonini. Grazie a lui e alla sua tecnica mini-invasiva, e ai suoi consigli post-operatori, sono rinato alla mia vita di ‘erotomane’ ancora con ampi margini di miglioramento”.

Testimonianze scritta di un paziente
Gentilissimo Dr Antonini
Le scrivo per esprimerle la mia gratitudine.
Come lei sa all’età di 69 anni mi è stato diagnosticato un tumore alla prostata che ha comportato un intervento chirurgico per la rimozione dello stesso.

L’intervento sembra riuscito visto che a 3 anni dall’dall’operazione il tumore sembra scomparso.
Purtroppo a fronte di quell’intervento ci sono delle conseguenze: incontinenza urinaria (problema risolto in 2-3 mesi) e impotenza.
Il paziente si trova in una situazione psicologica molto delicata perché il desiderio rimane, ma non si è più in condizione di soddisfarlo. Le soluzioni proposte (iniezioni di caverjet o pompetta pneumatica) si sono rivelate del tutto inadeguate (almeno nel mio caso) e comunque, anche se funzionassero, sarebbero molto macchinose e sgradevoli. La situazione è aggravata dal fatto che trattandosi di un argomento delicato, di cui il paziente non parla volentieri, ci si sente soli col problema. Dovrebbero essere i medici a consigliare, ma nel mio caso ho dovuto informarmi da solo. Grazie a internet ho scoperto che esistono le protesi. Ho letto pagine e pagine sull’argomento e mi sono convinto che quella era strada da tentare.
Ho contattato Lei per avere qualche delucidazione e ho deciso di operarmi.

Se l’avessi fatto subito, senza aspettare due anni e mezzo mi sarei risparmiato tanta angoscia e tanti problemi. A sei mesi dall’intervento posso dire che è una soluzione eccezionale.

L’intervento non comporta grossi problemi: il giorno successivo sono tornato a casa con la mia automobile e non ricordo di aver dovuto ricorrere ad antidolorifici. In capo ad un mese o poco più si è in grado di riprendere l’attività sessuale e questa è stata la cosa più bella. Mi sembrava incredibile. Una sensazione bellissima. La protesi è praticamente invisibile e la partner non lo saprà mai salvo che uno non la informi. Si ottiene un’erezione praticamente identica a quella

naturale, ma in più c’è che non fallisce. Non c’è più né l’”ansia da prestazione”, né qualsiasi altra cosa possa impedire l’erezione naturale. Non solo: dura quanto vuoi; sei tu a decidere quando devi essere pronto e quando puoi smettere di esserlo. Di prestazioni a questo livello non ho memoria. Neanche in gioventù riuscivo a fare tanto e la partner non può che esserne gratificata.

In sostanza mi è tornata la gioia di vivere, non solo per il sesso fine a sé stesso, ma anche per tutto quello che ruota intorno a questa attività (un rapporto gratificante con una compagna). Mi sono sorpreso a pensare: se lo avessi saputo lo avrei fatto a 40-50 anni questo intervento. Purtroppo la delicatezza dell’argomento non mi consente di affiggere manifesti, ma, quando capisco che qualche amico ha un problema, gli dico che io ho risolto (senza dirgli come) e gli consiglio caldamente di rivolgersi a Lei.

18 gennaio 2016

Felice
5 ottobre 2017
Salve, mi chiamo Felice, 60anni, operato brillantemente dal Dott. Antonini per inserimento protesi peniena in seguito a disfunzione erettile dovuta ad esiti da prostatectomia.
Professionista umano e molto capace.
Grazie Dott.

Luciano
16 maggio 2017
Salve sono Luciano di Roma,volevo esporre la mia esperienza con il Prof. Gabriele Antonini, sono in cura da lui dal 2012 soffrivo di disfunzionè erettile, ed induratio penis plastica, premetto che sono diabetico, ex obeso… 160 kg. Ora 73 KG. Ho subito una resezione gastrica ex ipertesto ipertrofia prostatica benigna, operato da lui nel gennaio 2016 per stenosi uretrale…e via dicendo, come vedete sOno un paziende molto complesso. Ho provato di tutto levitra, cialis, Viagra, e punture sul pene, senza risultati, l’ unico rimedio grazie all’ immenso prof. Antonini è Ta la “protesi peniena idraulica tricomponente” impiantati nel giugno 2016, con estremo successo, mia fatto rinascere sessualmente, ma soprattutto psicologicamente, per questo dico a chiunque servaun GRANDE urologo andrologo… inutile indicarvi il nome… GRAZIE PER TUTTA LA MIA VITA PROF. GABRIELE ANTONINI, DI VERO CUORE????

Mauro
settembre 2016
Buongiorno dottore Le chiedo scusa se soltanto oggi riesco ad inviarle questo messaggio, ma dopo il suo a dir poco miracoloso intervento, per motivi di lavoro sono andato a l’estero e da due giorni sono riuscito a registrarmi nel suo link, la protesi da Lei impiantata ha soddisfatto completamente i problemi derivati dall’asportazione della prostata, non riesco completamente a riportarle con le mie semplici parole quanto ha fatto per me, ricordo il primo incontro presso l’ambulatorio del Policlinico Umberto I, dove mi ero recato per una ecografia peniena, è in quella occasione che ho incontrato una persona squisita, rassicurante da subito disponibile a risolvere il mio per me importante problema, quel dottore era Lei. Lei dottore mi ha ridato tutto quello che un brutto male mi aveva tolto non lo dimenticherò mai grazie, Dio La benedica.
Mauro
agosto 2016
Vorrei riportare la mia testimonianza riguardo la grandissima professionalità del Prof. Antonini ; dopo aver chiamato presso il Suo studio per chiedere informazioni riguardo ad una visita urologica, la segreteria mi ha gentilmente chiesto di lasciare un recapito per farmi avere notizie riguardo i tempi di attesa (e parliamo del mese di Agosto).La mattina seguente trovo una chiamata e un messaggio di quello che pensavo fosse il personale della segreteria del Professore, quando invece dopo aver richiamato quel numero scopro che il Prof. Antonini non solo si era premurato di chiamarmi personalmente, ma lo aveva fatto addirittura dagli Stati Uniti, dove si trovava per un convegno medico.Successivamente arrivato il giorno della visita presso lo studio di Roma molto accogliente e riservato, il Professore dopo avermi visitato attentamente, non solo ha saputo individuare immediatamente un problema raro al pene che nessun altro Urologo mi aveva mai diagnosticato, ma con alcune manovre, mi ha mostrato in diretta causa-effetto della sintomatologia che lamentavo, spiegandomi peraltro molto dettagliatamente le cause che determinano questa condizione. Per questo concludo affermando tranquillamente che il Prof. Antonini, per chi ancora non dovesse conoscere le Sue referenze a livello internazionale riguardo l’ apparato genitale, è sicuramente l’ eccellenza assoluta e se in questo momento qualche lettore dovesse avere ancora delle titubanze, tengo a precisare che il Prof. Antonini oltre alla eccelsa figura medica, è anche un Uomo di grande umanità, che sa mettere a proprio agio anche i pazienti più timorosi.
Luciano
luglio 2016
Io sono stato operato dal Dott. Gabriele Antonini, e mi ha risolto problemi molto importanti, soprattutto con l’impianto di protesi peniena tricomponente. Che dire di lui? Grande urologo andrologo, persona molto attenta nella psicologia dell’uomo, ma grande uomo, sensibile ed attento, con il paziente. Grande professionista.

È  UN GRANDE, FIDATEVI… SARETE IN BUONISSIME MANI, LUI MI HA OPERATO… È CREDETEMI, MI HA RIGENERATO, FISICAMENTE, E PSICOLOGICAMENTE… GRAZIE DOTT. Gabriele Antonini. LE SARÒ  SEMPRE GRATO, PER TUTTA LA VITA

anonimo
18 marzo 2016
Salve a tutti, volevo raccontare la mia esperienza dopo essere stato dal dottor Antonini. Dopo essere stato operato di tumore alla prostata avevo perso la speranza di avere nuovamente un’attività sessuale soddisfacente. Ho provato molte medicine e sostanze che non mi hanno portato nessun beneficio, ma solo dopo aver conosciuto il Dottor Antonini ho saputo che avrei potuto risolvere il problema con una protesi. Il dottore è stato sempre onesto e con la sua professionalità ora sto bene. Grazie!

Raffaele
novembre 2016
Il prof. Antonini grande professionalità nel suo campo, io sono stato operato da lui di “protesi peniena” e devo dire grazie a lui e anche un grazie a tutto lo staff medico e paramedico del policlinico Umberto I-Ugo Bracci. Grazie grazie, e lodi lodi grande prof.
Michele
ottobre 2016
Luminare del settore urologo di esperienza internazionale tecniche avveniristiche, lo consiglio.
Jackson
novembre 2015
Thank you for those wonderful services, how i pray that dr. Antonini, you think of Uganda in Africa. We need these service.
anonimo
2 settembre 2015
Ogni volta quando lo incontro il dottore rivela molta professionalità’. Non mi sento mai stressato, mi metto a mio agio. Il dottore ha una particolare attenzione per il suo lavoro, è attento, scrupoloso, sa ascoltare il paziente. Consiglio a chi dovesse fare una visita andrologica. L’ho consultato per risolvere il problema di fimosi.

anonimo
19 marzo 2015
Il meglio: tutto. oltre metterti a tuo agio. LA PROFESSIONALITÀ, rapidamente in sintonia Potrebbe migliorare: molto poco per quello che ho percepito

anonimo
24 gennaio 2014
Buongiorno a tutti, ho 39 anni e qualche giorno fa sono stato visitato per la prima volta dal dottore presso l’ambulatorio a Roma. Mi ha colpito la sua disponibilità, il modo di spiegarmi le mie problematiche ed i suggerimenti ricevuti per un possibile intervento. Un vero professionista.