Con l’aumentare delle diagnosi sempre più precoci molti uomini tra i 50 e i 60 anni scoprono di avere un tumore alla prostata che viene trattato chirurgicamente con esiti “drammatici” sulla funzione erettile.
Circa il 90% degli operati esita in una impotenza irreversibile che non risponde alla terapia orale con gli inibitori della fosfodiesterasi 5 (Viagra, Cialis, Levitra)
Si stima che in tutto il Caribe e Sud America siano più di 30 milioni gli uomini con disfunzione erettile post Prostatectomia Radicale.
Anche l’utilizzo delle più moderne attrezzature compreso il Robot non preserva il maschio dal rischio di questa complicanza che altera irreversibilmente la qualità di vita.
In Italia la situazione è sovrapponibile.
Almeno 3 milioni di uomini soffrono di disfunzione erettile e di questi circa 500000 hanno tolto la prostata.
In più il diabete e la sindrome metabolica completano il quadro delle condizioni che possono alterare la sessualità di tutti gli uomini.
La protesi idraulica al Pene di ultima generazione risolve definitivamente tutti i problemi di disfunzione erettile. È composta da due cilindri di parylene ed appunto dalla “bombita” un piccolo meccanismo attivatore che viene posizionato all’interno dello scroto,completamente invisibile, che se azionato permette di gonfiare i cilindri e ridare a qualsiasi uomo la possibilità di avere una erezione perfetta e duratura come un ragazzo di 20 anni.