Acquaviva delle Fonti 7 Giugno 2019 –  Antonini invitato per effettuare in live surgery di fronte ad una foltissima platea di Esperti Nazionali un intervento di impianto di protesi al pene con la celeberrima tecnica mini-invasiva codifica negli USA dal Prof. Paul Perito di Miami.

Questo approccio, spiega Gabriele Antonini, urologo dell’Università Sapienza di Roma e organizzatore dell’evento, ha pochissimi rischi. “L’impianto della protesi di ultimissima generazione è estremamente veloce appena 15 minuti, è un intervento semplice che permette però di riguadagnare una vita sessuale per i pazienti con un rischio d’infezione del device protesico praticamente azzerato. Questo aspetto è molto importante perché ormai i tumori della prostata sono diagnosticati sempre prima, anche a 50 anni, un momento della vita in cui si è ancora attivi”.